• Dott.ssa Ciuffreda Ilaria

PREREQUISITI PER LA PRIMARIA

Quali sono e come mai sono così importanti



Affinché il bambino sia pronto per la scuola primaria, è necessario che sviluppi e potenzi una serie di prerequisiti senza i quali l'apprendimento della letto-scrittura risulterebbe molto difficile.

Si parla di “abilità metafonologiche”, ma di cosa si tratta?

Per “ABILITA’ METAFONOLOGICHE” si indica la capacità di riconoscere i suoni che compongono le parole e, compiere con essi operazioni di composizione e scomposizione, ossia, analizzare e manipolare il linguaggio nelle sue unità.

In particolare, indichiamo con il termine “METAFONOLOGIA GLOBALE” la capacità di riflettere sulle unità che compongono le parole, le sillabe.

Tale abilità si sviluppa verso i 5 anni di età , durante l’ultimo anno della scuola dell’infanzia, attraverso giochi e attività volti a riflettere sulla forma delle parole e, non soltanto sul loro significato.

Solamente con l’insegnamento della letto-scrittura, durante il primo anno di scuola primaria, viene acquisita l’abilità di analizzare le parole partendo da unità ancora più piccole delle sillabe, ovvero i fonemi.

Pertanto, si parla di “METAFONOLOGIA ANALITICA”.

Come potenziare tali abilità?

Il logopedista si occupa di potenziare tali abilità attraverso giochi e attività laboratoriali rivolte a tutti i bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia.

Quindi, alla fine del percorso il bambino sarà in grado di leggere e scrivere?

Assolutamente no, le attività non sono volte all’acquisizione della letto-scrittura ma, al potenziamento dell’attenzione uditiva ai suoni, in modo da renderne più immediato e automatico l’accesso.

Nello specifico, attraverso questi incontri quali competenze verranno acquisite?

1. RIFLESSIONE SULLA LUNGHEZZA DELLE PAROLE: riflettere sulla forma delle parole e non solo sul significato o, in base alle caratteristiche percettive dello stimolo. Esempio (“TRENO” parola lunga o corta? )

2. FUSIONE E SEGMENTAZIONE SILLABICA: riconoscere la parola attraverso le sillabe e viceversa, ad esempio (ME - LA = MELA)

3. RICONOSCIMENTO SILLABA INIZIALE: riconoscere la sillaba iniziale. Es. (“MELA” inizia con “ME”)

4. RICOGNIZIONE DI RIME: riconoscere quando due o più parole fanno rima tra loro. Es. (“CAPPOTTO” fa rima con “BISCOTTO”)

5. DISCRIMINAZIONE DI SUONI IN COPPIE MINIME: riconoscere se due parole che differiscono per un suono sono uguali o diverse. Es. (“POLLO”- “BOLLO”)


Tantissimi giochi e attività per apprendere divertendosi!!

34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti