Disfonia

La disfonia è un'alterazione della voce di origine organica (polipo, nodulo, cisti) o funzionale (cattivo uso).
Può manifestarsi con:
  • Raucedine;
  • Affaticamento vocale;
  • Perdita della qualità della voce;
  • Bruciore alla gola;
  • Sensazione di corpo estraneo in laringe;
Facciamo un esempio:
"..Ho 45 anni e sono un'insegnante. Alla sera sono spesso senza voce e ho un senso di corpo estraneo in gola e, pertanto, devo schiarire spesso la voce per poter parlare.
Il mio otorinolaringoiatra mi ha consigliato un trattamento logopedico..."
Docenti ed insegnanti sono una delle categorie professionali più esposte a patologie dell'apparato fonatorio (disfonia, afonia, noduli alle corde vocali, ecc..)
L'utilizzo intensivo della voce protratto nel tempo, il contesto solitamente rumoroso in cui si opera, sommati alla scarsa conoscenza delle basi di igiene vocale costituiscono un rischio per la salute.
La presenza di afonia (perdita completa della voce) e raucedine (velatura più o meno grave della voce) sono i segni con cui le corde vocali dicono che stanno soffrendo.
Pertanto, è necessario apprendere norme di igiene vocale per gestire al meglio la propria voce ed evitare abitudini che potrebbero favorire la ricomparsa del problema.